Giuseppe Simonetti

Giuseppe Simonetti nasce a Biella, il 26 maggio 1956, dal padre Augusto e dalla madre Giuseppina Fiorina, che collaborerà scrivendo molti testi per i libri e i calendari editati dalla Casa Editrice “Lassù gli Ultimi” negli anni futuri.

 

Conclusi gli studi all’Istituto Tecnico Industriale di Biella, dopo una breve esperienza di lavoro nel campo elettrotecnico, conosce Gianfranco Bini e nel 1976 inizia a fotografare con lui. Nei successivi quattro anni ha così modo di “farsi le ossa” collaborando alle riprese fotografiche del volume “Fame d’erba”, un documentario sulla vita dei pastori di pecore seguiti nelle loro transumanze dalle risaie vercellesi fino alle pendici dei ghiacciai valdostani.

Il sodalizio fotografico durerà fino alla scomparsa di Bini, col quale aprirà nel 1989 la Casa Editrice “Lassù gli Ultimi” che editerà i volumi:

La Passione di Cristo (rappresentazione popolare storica di cadenza quinquennale), Oltre l’orizzonte (la strada Panoramica voluta da Ermenegildo Zegna), Il Cervino e le sue guide, Stagioni, È accaduto ieri (piccolo libro di un presepio meccanico di raro ingegno costruito da un frate, Fratel Amilcare), La terra è nel loro cuore, Un mistero d’amore (il Santuario d’Oropa) Il tempo l’emozione (i costumi tradizionali della Valle d’Aosta), Avere una valle, (la Valle dell’Elvo), Les montagnards sont là, Collina di perle (il parco della Burcina), Un salto di qualità (documentario sul centro genetico di selezione della Razza Bovina valdostana), Valle di pietra (la valle del Cervo), Sotto un tetto di lòse, Così da 400 anni (la processione Fontainemore - Oropa), Verde aspra Valsessera, Terra nostra - Biella e il Biellese nel paesaggio, Il dono della memoria (costumi storici della Valsesia), Crescere insieme (persone e tradizioni “à la fin du vojage” dell’area di Nus, Fenis, Saint-Marcel, Verrayes, Chambave e Saint-Denis, Sopra la parete (il Sacro Monte di Varallo), E chiude la porta, (storie di cultura contadina) Il cuore del monte (ancora il Santuario di Oropa) Una raffica di vento - Monte Rosa, Tra valli e paesi della Provincia di Biella, M come Mucrone, ‘L Natal dij Piaté (il presepe a grandezza naturale di Ronco Biellese che rievoca antichi mestieri), Colori (l’evolversi delle stagioni nella fascia alpina e prealpina), Bagneri - l’impronta da ritrovare (storia e storie di un borgo di montagna), L’eredità della Fiera di Sant’Orso. Quest’ultimo titolo, dall’inconsapevole preveggenza, fu l’ultimo libro che costruì con Bini. Dopo la sua scomparsa, nel luglio del 2012 editerà, per ricordare l’amico-maestro Gianfranco, “Il campo dimenticato”, raccolta d’immagini di cultura contadina. Nel novembre del 2013 ristamperà “Fame d’erba”, esaurito da molti anni, il volume col quale iniziò la sua strada.

 

Giuseppe Simonetti vive a Graglia, con la moglie Elisabetta e i figli Luca e Luisa, quinta generazione nella casa appartenuta ai bisnonni Giovanni e Maddalena.

 


Premium